ArteRaku.it - Veronica Tanzi / Via Grimaldi - A cura di Mario Casanova

Veronica Tanzi / Via Grimaldi

A cura di Mario Casanova  dal 10/04/2010 al 15/05/2010

  Catania (CT)


Veronica Tanzi / Via Grimaldi periodo di residenza: 1°marzo/1°aprile 2010 • vernissage: sabato 10 aprire 2010, ore 18 • finissage: sabato 15 maggio 2010 • ingresso: libero • giorno di apertura: il sabato dalle 18 alle 20 • visite extra: su appuntamento info@beBOCS.it – 3382203041 • sede: BOCS, box of contemporary space, via grimaldi 150 catania • info al pubblico: 3382203041 – info@beBOCS.it

La mostra/residenza via grimaldi sfugge ai criteri di 'una-mostra-in-uno-spazio', assumendo il ruolo di interfaccia di una realtà che si esplica con modalità visive diverse e diversificate. Il concetto di famiglia è il fulcro della ricerca dell’artista svizzera Veronica Tanzi che ha accettato l’invito rivoltogli dal BOCS, box of contemporary space di Catania, in considerazione del luogo culturale e sociale specifico: l'Italia del Sud, ove il concetto di ‘famiglia’ (nell’accezione non-politica del termine) costituisce tuttora un tassello importante della vita privata e pubblica di un'area che si profila come geografia ‘mediterranea’ nel centro dell’Europa.

Durante il periodo di residenza, dal 1° marzo al 1° aprile 2010, l’artista cercherà di penetrare le realtà del quartiere San Cristoforo di Catania dove ha sede il BOCS. Grazie all’ausilio di persone del luogo, ridisegnando le linee che sono alla base della realtà quotidiana e familiare catanese ed entrando nel privato delle case e delle famiglie di via grimaldi, restituirà uno spaccato sociale e generazionale di chi vi abita. Il suo processo creativo prevede di ricostruire inizialmente un documentario-intervista visivo, analizzando gli aspetti societali, comportamentali ed emozionali degli abitanti della zona: dalle interviste ad anziani, all’interazione con una realtà più globale appartenente ai giovani, analizzando tradizione e modernità e cercando di ricostruire un legame attraverso l’approccio trans mediale del suo operare.

Interagendo in presa diretta con gli intervistati ed entrando nelle loro case Veronica Tanzi annoterà racconti di vita da cui prenderà spunti per creare un filo conduttore narrativo, attraverso ricostruzioni visuali da cui trarre le opere che esporrà. Al centro del suo operare l’evidente contrasto tra la contemporaneità del luogo espositivo e il quartiere che lo ospita. Due ambienti stridenti tra loro, ma necessariamente complementari nell'integrazione culturale e sociale.

Il 'concetto di quartiere’ è inequivocabilmente legato ad una cultura rionale e riconducibile a manifestazioni comportamentali legate all’ambito famigliare. Le diverse facce di una antropologia sociale sono molto più evidenti qui che altrove. I rapporti di scambio a livello umano assumono un’importanza diversa rispetto alle latitudini elvetiche.

La mostra vera e propria, curata da Mario Casanova, costituisce la fase finale del progetto e sarà allestita nello spazio del BOCS, il quale si estende su di una superficie espositiva di un centinaio di metri quadri e che, dal punto di vista architettonico, è lasciato integralmente allo stato di contenitore puro. La situazione permetterà all'artista di realizzare installazioni con fotografie, proiezioni video e anche materiale di recupero decontestualizzato a oggetto d’arte. Come discusso con il curatore Mario Casanova, il suo lavoro non sarà solo multimediale, nel senso della diversificazione del mezzo di produzione, bensì anche trans mediale, nella direzione quindi di una interpretazione immediata verso il superamento del concetto di prodotto artistico finito.

“Via Grimaldi - scrive il curatore Mario Casanova - costituisce un’opera totale, senza inizio e senza fine entro il flusso del suo progressivo e sempre diverso divenire, delimitata e inibita solo dallo spazio fisico della galleria, multimediale e trans mediale per la sua capacità di ricreare spazi fisici e mentali, che si ritagliano dal reale e dallo stesso mezzo di produzione. Veronica Tanzi ricrea ‘La Famiglia’ attraverso oggetti di uso quotidiano, stoffe, il bucato steso ad asciugare, la rilettura di foto d’album; armadi, al cui interno si aprono luminose geografie interiori non dette, ma sussurrate. Abiti, scarpe e altri elementi che rimandano alla identificazione storica e sociale dell’uomo, perdono la loro funzione all’interno di questo luogo limbico, dismettendo la loro corporeità con l’annullamento temporale che l’approccio allusivo di Veronica Tanzi intende rappresentare. L’occhio sensibile e personale dell’artista intende farci ragionare sull’antropologia del rito, entro i cui confini si giocano i ruoli delle intime libertà e le definizioni di identità.”

BIOviagrimaldi

Veronica Tanzi veronicatanzi.com
data di nascita 22 02 1975 nazionalità ch studi CSIA centro scolastico industrie artistiche, Lugano NABA nuova accademia di belle arti, Milano laurea in grafica pubblicitaria - art director socia attiva VISARTE Svizzera
esposizioni personali: 2010 Via Grimaldi - BOCS Catania – Spazio per l’arte contemporanea – Italia + 2009 Landscaping Ophelia – CACT Bellinzona – Centro d’ Arte Contemporanea – Svizzera + 2008 Tutto sembrava perfetto – Officinaarte Magliaso – Svizzera + 2006 Family – Cité Internationale des Arts Parigi – Francia + 1998 L’Evoluzione dello Spaventapasseri – Castello di Vezio-Lecco – Italia
soggiorni artistici: 2006/2007 Cité Internationale des Arts, Paris
diplomi e workshop: 2007 Diploma di formazione presso Arno Stern, Parigi 1999 Workshop con Eric Saks a Treviso – Fabrica di Oliviero Toscani

Mario Casanova
Fondatore nel 1994 del CACT Centro d’Arte Contemporanea Ticino, di cui è direttore esecutivo, Mario Casanova opera in ambito artistico a livello nazionale e internazionale. Scrittore di testi sull’arte e sull’impegno sociale dell’artista, egli ha pure ricoperto cariche pubbliche e private all’interno di giurie, nonché in qualità di membro della Commissione artistica dell’Istituto Svizzero di Roma, della quale è stato pure Presidente.
Nel 2009 ha fondato il mACT museo d’Arte Contemporanea Ticino.

BOCS Box of contemporary space beBOCS.it
E' uno spazio esterno al circuito espositivo tradizionale. È il primo "artist run space" a Catania ufficialmente costituito. Un contenitore “crudo” e versatile, dove al suo interno le produzioni artistiche interagiscono a 360°. BOCS è infatti uno spazio gestito da artisti, lasciato allo stato grezzo dal punto di vista architettonico ma ricco da un punto di vista progettuale di enormi potenzialità. Lo spazio cresce e si modifica grazie alle collaborazioni, agli interventi e alle sperimentazioni dei vari artisti che, di volta in volta, verranno ospitati in residenza o che presenteranno un loro progetto. BOCS vuole essere una risposta alla carenza di spazi destinati agli artisti emergenti, ampliando il raggio d'azione locale verso l'estero puntando così ad un proficuo scambio culturale. Lo spazio espositivo è situato all'interno dello storico quartiere portuale di Catania San Cristoforo che si sta lentamente riqualificando anche grazie alla nascita di diverse realtà legate al mondo dell'arte contemporanea.


Con l'Arte, per l'Arte

Cosa vedere oggi

Sostieni ArteRaku.it


Lavoriamo condividendo passione e cultura organizzando mostre, workshop e lezioni gratuite perchè crediamo che solo la cultura renda relamente liberi.
Collabora partecipando alle nostre mostre, aiutandoci attivamente all'organizzazione delle stesse o sostetendoci con un piccolo contributo.

Mailing list

Per ricevere aggiornamenti e news su corsi, mostre, eventi e workshop relativi a ArteRaku.it iscriviti alla mailing list