ArteRaku.it - Il pianeta delle tempeste - Frammenti di immagini dal cinema dell' URSS

Il pianeta delle tempeste

Frammenti di immagini dal cinema dell' URSS  dal 23/10/2009 al 06/01/2010

  firenze (FI)


Il pianeta delle tempeste GIANNI DORIGO

Il pianeta delle tempeste

Frammenti di immagini dal cinema dell’ URSS

Il titolo della mostra è tratto dall’ omonimo film, tradotto in Italiano come “I sette navigatori dello spazio”, un piccolo cult girato nel 1962 da Klushantsev, ed è la prima pellicola di fantascienza russa giunta in Italia. Un titolo che manifesta una precisa intenzione: in questa come in altre occasioni espositive, Gianni Dorigo si è ispirato al cinema per realizzare 30 nuove opere dedicate alle pietre miliari dell’ avanguardia russa e sovietica, dalla “Corazzata Potemkin” a “Ivan il Terribile”.
L’ atteggiamento dell’ artista nei confronti del cinema è vorace ma enciclopedico: il suo lavoro si può ben definire una traduzione delle sequenze cinematografiche concentrate nell’ atto unico, lentissimo ma istantaneo, della pittura. Traduzione che però, come l’ etimologia insegna, è anche tradimento: Dorigo non è un pubblicitario, anche se conosce a fondo i meccanismi della comunicazione di massa, e non è un grafico, anche se insegna grafica. E’ un artista “totale” che usa la pittura, la scrittura, il colore, la fotocopia, l’ immagine moltiplicata con tutta la sete bruciante di strumenti che può concedersi soltanto chi è in possesso di uno stile abbastanza forte da non scomporsi e non confondersi di fronte a qualunque avventura di linguaggio. Dorigo ha trovato la sua strada orientando la pittura in direzione della comunicazione di massa con le sue forme ed i suoi codici; ma ha sempre ricompreso le immagini mediatiche, di qualunque natura esse fossero, nelle forme e nei limiti propri della pittura. Un compito niente affatto facile che implica lo sforzo costante di rivolgere lo sguardo in più direzioni contemporaneamente: uno sforzo di leggerezza, di auto ironia, di immancabile presenza al mondo.

Gianni Dorigo è nato a Ferrara il 30 Settembre del 1953. Vive e lavora a Firenze. Al suo attivo ha più di 30 mostre personali; la prima, nel 1974, è stata presentata da Antonio Bueno. Hanno scritto di lui, tra gli altri, Lara Vinca Masini, Eugenio Miccini, Tommaso Paloscia, Claudio Cerritelli, Omar Calabrese, Luca Beatrice.
Nel 1995 il Comune di Certaldo ha voluto dedicargli un’ importante mostra antologica allestita a Palazzo Pretorio.

Mostra a cura di Martina Corgnati.
Catalogo trilingue (italiano, inglese, russo) in galleria, Cambi Editore.
Testi in catalogo di Martina Corgnati, Claudio Carabba, Andrej A. Tarkovskij, Andrea Ulivi (Istituto Internazionale Andrej A. Tarkovskij, Firenze) ed un racconto di Marco Innocenti.



Con l'Arte, per l'Arte

Cosa vedere oggi

Sostieni ArteRaku.it


Lavoriamo condividendo passione e cultura organizzando mostre, workshop e lezioni gratuite perchè crediamo che solo la cultura renda relamente liberi.
Collabora partecipando alle nostre mostre, aiutandoci attivamente all'organizzazione delle stesse o sostetendoci con un piccolo contributo.

Mailing list

Per ricevere aggiornamenti e news su corsi, mostre, eventi e workshop relativi a ArteRaku.it iscriviti alla mailing list