ArteRaku.it - Da Dalì a Guadagnuolo, la 4^ edizione del Festival “Domus Danae” - Protagonisti: Surrealismo e Transrealismo

Da Dalì a Guadagnuolo, la 4^ edizione del Festival “Domus Danae”

Protagonisti: Surrealismo e Transrealismo  dal 08/09/2017 al 30/09/2017

Villa “domus Danae” Via Pratica di mare, 9 Ardea (RM)


Da Dal#236; a Guadagnuolo, la 4^ edizione del Festival Domus Danae Dal Surrealismo di Salvador Dalì al Transrealismo di Guadagnuolo
Lo spagnolo Salvador Dalí è uno dei protagonisti del Surrealismo che si propaga dal 1924 in tutta Europa interessando la letteratura, la poesia e l’arte. Nel Surrealismo si possono distinguere due tendenze: il Surrealismo realistico ed il Surrealismo assoluto. Artisti come Dalì non lasciarono mai la rappresentazione dell’immagine.
In Italia la grande pittura della tradizione italiana è stata vicina alle forme della realtà da Caravaggio in poi, dal dopoguerra si ha un superamento del Neorealismo che ha imperversato con Guttuso, Sassu, Vespignani, tanto da diventare Francesco Guadagnuolo il capofila del Transrealismo italiano. La mostra di Guadagnuolo vuole anche essere una riflessione sulle avanguardie, infatti, il Transrealismo è l’ultima avanguardia internazionale che chiude il ’900 e apre il XXI secolo interpretando le istanze del mondo culturale e della comunicazione mass-mediale in funzione del tempo storico che viviamo. Così Guadagnuolo, artista transrealista, crea un linguaggio universale di continuità tra la vita e l’arte che esprime le vicissitudini umane.
Guadagnuolo tende al superamento dei clichés di riproduzione artistica riguardo ad una costituzione di un’arte che riveli il suo immaginario e le sue osservazioni della realtà e nella vita vissuta. In fin dei conti l’arte si è sempre portata dietro tutto il suo scibile umano, nella sua rigenerazione dell’esperienza e del comportamento come danno prova “i nuovi realisti in Europa e in America”.
Guadagnuolo spiega come nelle tematiche affrontate dall'artista, alla pittura, alla scultura ed alle installazioni, con l’uso di collage di immagini, tratti dai media, s’intreccino non solo interessi culturali e sociali, ma riguarda l’intera umanità. Ci colpisce in questo artista la ripresa dell’essenza simbolica che ci rimanda in qualsiasi convenzione artistica, ecco che troviamo nella sua arte: poesia, musica, teatro, cinema, scienza, religione politica come atto globale artistico e alla vita pubblica mondiale.
Con le mostre realizzate in America, Guadagnuolo è stato messo in relazione con la figura di Rudy Rucker, scrittore statunitense di fantascienza della sua idea di scrittura come viene esposta nel suo manifesto del Transrealismo. Esso invitava a cogliere e sviluppare i fermenti di trasfigurazione presenti già nella società post-industriale a tradurli in termini letterali.
Se Rudy Rucker teorizzatore della corrente letteraria del Transrealismo è da alcuni considerato il padre del cyberpunk insieme a Willyam Gybson e Bruce Stearling, Guadagnuolo viene considerato il Transrealista italiano, poiché vive un rapporto di simbiosi con la produzione letteraria e scientifica degli ultimi anni realizzando collaborazioni con gli autori più noti nella scena italiana ed internazionale.
Le sculture e le installazioni di Guadagnuolo rappresentano la vita reale con tutto ciò che si porta dietro, come la violenza, il dolore e la solitudine della vita contemporanea, l’artista ci sta dicendo qualcosa di distintamente vero e di introspezione sull’Umanità.




Con l'Arte, per l'Arte

Cosa vedere oggi

Sostieni ArteRaku.it


Lavoriamo condividendo passione e cultura organizzando mostre, workshop e lezioni gratuite perchè crediamo che solo la cultura renda relamente liberi.
Collabora partecipando alle nostre mostre, aiutandoci attivamente all'organizzazione delle stesse o sostetendoci con un piccolo contributo.

Mailing list

Per ricevere aggiornamenti e news su corsi, mostre, eventi e workshop relativi a ArteRaku.it iscriviti alla mailing list